skip to Main Content
I 7 Principi Del Design

I 7 Principi del Design

Imparate i 7 principi del design che faranno spiccare il vostro prossimo design.

Il Graphic design, come ogni disciplina, aderisce a rigide regole che bisogna sempre tenere in considerazione per eseguire un lavoro equilibrato, senza equilibrio il lavoro sarà debole e inefficace.

D’altro canto il Design grafico differisce dall’arte in quanto il design deve avere uno scopo. I principi di progettazione sono le regole che ogni designer dovrebbe seguire per creare una composizione efficace e pulita nei confronti del pubblico.

Starete pensando che il design deve essere creatività, purtroppo non bastano combinare i primi 3 Font che “stanno bene” e i primi colori che “catturano l’occhio”, credendo di stare creando qualcosa di memorabile.
Probabilmente vi ritroverete con un lavoro confuso, un design non finito o semplicemente brutto.

Negli articoli precedenti abbiamo già spiegato alcuni di questi principi che sono la base di teorie sulla psicologia dei colori o della Gestalt ti invito ad andarli a rileggere.

Ed ecco i 7 principi del Design:

1. Enfasi

Immagina di dover fare un poster per un concerto. Cosa ti chiederesti: qual’è la prima informazione che il mio pubblico deve sapere? E la band? O il luogo del concerto? Dovremmo dire qualcosa sul giorno della partecipazione?

Fate uno schema mentale. Una volta che il vostro cervello ha organizzato le informazioni cercate di comunicare questo ordine nel lay-out del vostro disegno. Se il nome della band è l’informazione più importante, dovremo porlo al centro o renderlo l’elemento principale del poster.
Si potrebbe utilizzare un carattere forte, importante. Oppure grazie alla psicologia dei colori potremo utilizzare forti combinazioni di colori per rendere il nome della band Rock!.
Cercate di avviare la composizione del progetto con una chiara idea del messaggio da comunicare, se non avrete un’idea chiara il vostro design non avrà successo.

2. Equilibrio e Allineamento

Ogni elemento che si inserisce nel design ha un peso e questo dobbiamo sempre ricordarlo. Il peso può venire dato da: colore, dimensione, o struttura. Proprio come non arrederemo una stanza mettendo i mobili tutti in un angolo, non è possibile “affollare” la composizione con tutti gli elementi pesanti in una zona.
Senza equilibrio, il pubblico si sentirà come se l’attenzione scivolasse fuori dalla pagina…

Il disegno simmetrico crea equilibrio attraverso elementi ugualmente allineati su entrambi i lati di una linea centrale. D’altro canto, il disegno asimmetrico utilizza pesi opposti per creare una composizione che non è uniforme, ma ha ancora equilibrio.

I disegni simmetrici sono sempre piacevoli, ma potrebbero risultare noiosi. I disegni asimmetrici sono più audaci e possono portare un reale interesse visivo e “movimento” alla composizione.

3. Contrasto

Il contrasto crea spazio e differenzia gli elementi presenti nel disegno. Il vostro sfondo deve essere significativamente diverso dal colore dei vostri elementi in modo da lavorare insieme in armonia ed essere leggibili.

Se avete intenzione di lavorare con il Font, comprendere il contrasto è essenziale perché significa che il peso e le dimensioni del vostro carattere saranno bilanciati. Come farà il pubblico a sapere che cosa è più importante se tutto è scritto in grassetto?

Quando cerchi esempi di progettazione efficace, forte, hai mai notato che la maggior parte dei design utilizzano solo 1 o 2 caratteri tipografici? Questo perchè il contrasto può essere raggiunto in modo efficace con due caratteri forti oppure un carattere ma con pesi diversi. Quando si aggiungono altri font la composizione si diluisce e potrebbe confondere lo scopo del progetto.

Il contrasto è ciò che la gente intende quando si dice che un design “si apre”. Arriva dalla pagina e si attacca nella vostra memoria.

4. Ripetizione

Se ti limiti a due caratteri o due/tre colori, scoprirai presto di dover ripetere alcune cose. Ok! Si dice spesso che la ripetizione unifica e rafforza un disegno. Se sul manifesto della vostra band avete utilizzato solo una volta il carattere verde corsivo sans-serif, si può leggere come un errore. Se invece tre cose sono in verde corsivo sans-serif, hai creato un motivo e ciò significa che hai il controllo del tuo design.

La ripetizione può essere importante al di là di un prodotto stampato. Chiunque pensi ad avviare un business sa che una delle prime cose che serve è un marchio forte e per caratterizzarlo sul sito web, biglietti da visita, i social media e altro ancora abbiamo bisogno di? Identità aziendale…. Un altro termine per la ripetizione…

5. Proporzione

La Proporzione è la dimensione e il peso visivo degli elementi in una composizione e come si riferiscono a vicenda. Spesso aiuta affrontare il vostro disegno in sezioni, invece che nel suo insieme.
Raggruppare gli elementi correlati può dare loro importanza, pensate a una casella nella parte inferiore del vostro poster per informazioni sui biglietti o di una barra laterale su un sito web per una barra di ricerca.

La Proporzione può essere raggiunta solo se tutti gli elementi del vostro disegno sono ben dimensionati. Una volta che sarete padroni di allineamento, equilibrio e il contrasto, la proporzione dovrebbe emergere organicamente.

6. Movimento

Torniamo al nostro poster per un concerto. Se avete deciso che il nome della band è l’informazione più importante e il luogo dell’evento viene per secondo, come è possibile comunicarlo al vostro pubblico?
Con il movimento controlliamo gli elementi di una composizione in modo che l’occhio sia portato a passare da un elemento all’altro in modo tale le informazioni vengono comunicate in modo appropriato al nostro pubblico pubblico.

Il movimento crea la storia o la narrazione del tuo lavoro: una band suonerà, in questo luogo, in questi giorni, ecco come ottenere biglietti….Gli elementi appena descritti, soprattutto l’equilibrio, l’allineamento e il contrasto ci aiuteranno a raggiungere questo obiettivo, ma senza il movimento corretto, il vostro disegno sarà un morto che cammina.

Provate a guardare la vostra composizione, se il vostro occhio tende a rimanere “bloccato” su un solo elemento allora probabilmente questo è troppo grande, fuori centro, troppo audace, allora tornate indietro e regolate tutto fino a quando non è in armonia.

7. Spazio Bianco (o spazio negativo)

Tutti gli altri elementi riguardano ciò che aggiungi al tuo design. Lo spazio bianco (o spazio negativo) è l’unico che si occupa specificamente di quello che non si aggiunge. Lo spazio bianco è esattamente questo, la pagina vuota attorno agli elementi nella vostra composizione.

Lo spazio bianco non è seduto lì senza far niente, al contrario crea gerarchie e organizza il progetto. Il nostro cervello associa naturalmente ampio spazio bianco intorno ad un elemento con l’importanza e il lusso. Stiamo dicendo ai nostri occhi che gli oggetti in una regione sono raggruppati separatamente dagli oggetti distanti.
Ancora più emozionante, lo spazio bianco, può comunicare un’immagine o un’idea completamente diversa dal progetto principale.

Come usare i principi del design

Un design non ha bisogno di seguire rigorosamente le regole per essere “buono”. Alcuni design ignorano uno o più principi al fine di creare un lavoro accattivante ed efficace.

Gli elementi di un design dovrebbero essere visti come parti che si combinano per raccontare una storia in movimento. Quando ci si avvicina al design è necessario prendere familiarità con questi principi di progettazione. Solo allora saremo in grado di rompere le regole per creare il proprio stile.

Se ancora non sono chiari i 7 principi del design prova a contattarmi sarò felice di darti le spiegazioni necessarie.

Con l’invio del presente modulo si acconsente al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto secondo le condizioni espresse nella pagina d’ informativa sulla privacy

Back To Top