skip to Main Content
Psicologia E Utilizzo Dei Colori

Psicologia e utilizzo dei colori

Abbiamo parlato di Logo Aziendale e alcune caratteristiche che dovrebbe avere per un design efficace. Oggi parliamo di percezione visiva nella grafica e nel design, in particolare della percezione dei colori.

La percezione visiva del colore è una sensazione che viene percepita dal nostro cervello e che lo traduce in sensazioni ed emozioni, lo studio di questo fenomeno prende il nome di “psicologia del colore”.

La scelta del colore per un’Azienda è molto importante, non è solo di abbellimento, ma è un vero e proprio strumento di comunicazione.

Grazie alla palette di colori Aziendali trasmettiamo emozioni che si scaturano nel pubblico ancor prima di addentrarsi nei contenuti.

La scelta di una palette di colori è di vitale importanza per ogni tipo di comunicazione aziendale, dal logo alla brochure passando da sito web e blog o quant’altro.

Psicologia dei colori

I colori come già detto stimolano determinate reazioni emotive per chi li guarda. In rete si possono trovare molti esempi se vuoi approfondire l’argomento, io mi limiterò a darti qualche indicazione e uno schema sulle principali emozioni suscitate dai colori:

Bianco: purezza, nitidezza, perfezione
Giallo: allegria, positività, giovinezza, divertimento
Blu: fiducia, tranquillità, lealtà, leggerezza, fantasia
Verde: sicurezza, fiducia, innovazione, vita, naturalezza, guarigione
Viola: spiritualità, eleganza, lusso, creatività, importanza, saggezza
Rosso: pericolo, passione, desiderio, impulsività
Arancione: creatività, energia, fiducia
Rosa: femminilità, delicatezza, innocenza, romanticismo
Marrone: natura, semplicità, utilità
Nero: eleganza, potere, autorità

Teoria dei colori

Come si compongono i colori? Quali sono gli attributi principali per riconoscere un colore?

Ogni colore è formato da 3 attributi:

Tonalità: il nome del colore, è il colore “puro” percepito dall’occhio;
Luminosità: il bilanciamento tra scuro e chiaro (bianco e nero) all’interno di un colore;
Saturazione: l’intensità o purezza di un colore.

 

I colori possono essere suddivisi in tre “famiglie”:

Colori primari: ROSSO, GIALLO, BLU. Si chiamano “primari” perché non derivanno da altri colori e da essi vengono generati altri colori.


Colori secondari
: ARANCIO, VERDE, VIOLA. Essi si ottengono mescolando due colori primari in parti uguali:

Giallo + Blu = Verde

Rosso + Blu = Viola

Giallo + Rosso = Arancione

Se invece mescoliamo i 3 colori insieme, otteniamo il marrone:

Giallo + Blu + Rosso = Marrone

Colori terziari: mischiando due colori primari in quantità diverse, si ottengono i colori terziari.
Per esempio, mescolando rosso e blu si ottiene un viola tendente più al rosso o al blu, a seconda che sia maggiore la quantità del primo o del secondo colore:

Rosso + Rosso + Giallo = Arancio rossastro

Rosso + Giallo + Giallo = Arancio giallastro

Rosso + Blu + Blu = Viola bluastro

Blu + Rosso + Rosso = Viola rossastro

 

La ruota dei colori o Color Wheel

Dalle mescolanze di colori citati sopra, nasce la color wheel (la ruota dei colori, o cerchio cromatico), che suddivide l’infinità di possibili combinazioni di colori, in 12 tonalità.


Sulla base della color wheel si possono creare una serie di combinazioni standard di colori:

MONOCROMATICI

Si utilizza un solo colore con variazioni della saturazione e della luminosità. Molto semplice da utilizzare, rende un’ atmosfera pulita, sobria ed elegante.

ANALOGHI

Si utilizzano colori che sulla color wheel si trovano adiacenti al colore prescelto, e che quindi hanno tonalità simili.
Proprio per il fatto che risultano simili, nella comunicazione del proprio brand sarà importante scegliere uno di questi colori come dominante, lasciando gli altri come accenti (o secondari, insomma meno presenti e più di “accompagnamento” al colore dominante).

COMPLEMENTARI

Sono i colori che sulla color wheel troviamo opposti e speculari al colore scelto. Sono i più difficili da usare per un brand, questo perché essendo colori opposti daranno vita ad un forte contrasto, che non sempre è facile gestire. Un consiglio, per semplificare, potrebbe essere quello di usare uno dei due colori complementari, con una saturazione nettamente più bassa rispetto all’altro.

 

E tu sai già che colori utilizzare per il tuo Brand o per la tua Comunicazione? Hai bisogno di aiuto o di un consiglio? Contattami sarò felice di aiutarti!

Con l’invio del presente modulo si acconsente al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto secondo le condizioni espresse nella pagina d’ informativa sulla privacy

Back To Top